Misure del DL Crescita: rimane escluso chi è rientrato prima del 2020 – chiarimento

Facciamo seguito alle numerosissime richieste che ci sono arrivate in questi giorni per chiarire quanto segue:

1) L’attuale bozza di DL Crescita prevede che il potenziamento dell’incentivo fiscale ex D.Lgs 147/2015 dal 50% al 70% e l’estensione di ulteriori cinque anni condizionata a casa/figli NON SI APPLICANO A CHI E’ RIENTRATO PRIMA DEL 2020.

2) Idem per quanto riguarda i ricercatori/docenti beneficiari del regime agevolato ex DL 31 Maggio 2010 n.78.

Questo chiaramente genera un trattamento diverso e penalizzante verso chi è già rientrato, e rischia di minare l’intento della norma di generare retention.

Stiamo cercando di portare all’attenzione della politica questa criticità.

6 risposte a “Misure del DL Crescita: rimane escluso chi è rientrato prima del 2020 – chiarimento”

  1. Ciao, confermate che il decreto è stato approvato ieri sera ma è ancora soggetto a modifiche? c’è la possibilità che il potenziamento del beneficio venga esteso a chi è rientrato prima del 2020? Grazie mille

    1. Ciao Paolo,
      Il testo al momento taglia fuori chi é rientrato prima del 2020. Stiamo provando a fare presente questa discriminazione, e ci proveremo fino alla conversione in legge.
      Chiediamo a tutti di farsi sentire sui social e non solo con la politica, é estremamente importante.
      Vi scriveremo a breve per ulteriori azioni.

  2. Ciao,tale decreto, una volta approvato, modifica l’obbligo dell’iscrizione all’AIRE per chi è rientrato in Italia prima del 2020?
    Grazie mille,
    Francesca

    1. Sarà necessario attendere prima la conversione in legge del decreto. Sulla base del testo attuale, non sono previste sanzioni per chi è rientrato prima del 2020 senza iscrizione aire, resta meno chiara l’estensione dei benefici a chi non ne abbia goduto e non sia iscritto aire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *